Il Convento di Trino

La magia nasce dall’acqua

Il Convento di Trino…sono storie d’acqua, quelle che percorrono il verde della campagna vercellese…acqua che feconda, acqua che scorre, acqua che racconta. I luoghi che sorgono da questo mare calmo d’acque hanno lo sguardo austero, un sorriso antico…
Ai piedi delle colline del Monferrato, all’argine di quelle acque che ne fecondano l’economia, a due passi dal parco naturale del Bosco delle Sorti della Partecipanza di Trino che fu, nell’antichità arcaica, “bosco sacro”, il Convento è una bellissima struttura costruita nel 1475 per volere dal marchese del Monferrato Guglielmo VIII Paleologo.

Dal grande giardino, con le sue lunghe teorie di roseti, i viali ombrosi, la facciata sorge delicata, di una delicatezza ottocentesca, fatta di equilibrio e armonia: edificio storico, è sottoposto all’intendenza delle Belle Arti e destinato esclusivamente all’ospitalità.

Oggi la tradizione di accoglienza si perpetua e si rinnova: dal 2011, dopo un attento restauro, è diventato un resort hotel che unisce gastronomia e comfort in una struttura dal fascino antico e l’organizzazione contemporanea.

Chiesetta di Maria Ausiliatrice

Un matrimonio dalla cerimonia religiosa o civile

Rarissimo in tutta Italia, il Convento possiede una bella chiesa privata consacrata, la Chiesetta di Maria Ausiliatrice, degli inizi del ‘900, nella quale si può celebrare il rito religioso. Ugualmente, il Convento è convenzionato con il Municipio per la celebrazione del rito civile.

I sentieri delle Grange

Lasciarsi portare dall’acqua

Per visitare questi luoghi bisogna lasciarsi portare dall’acqua, inseguirne l’immensa tavolozza, alla scoperta di risaie, grange, abbazie: una storia di religione, economia e duro lavoro intrecciata indissolubilmente sui fertili terreni del riso.

Collegati con noi

Booking online by Hotel.BB