Medicina naturale: il respiro che cura. Imparare a respirare bene per la salute

Medicina naturale: il respiro che cura. Imparare a respirare bene per la salute

Una respirazione facile è sempre stata una parte vitale del benessere. A causa della pandemia, tuttavia, questa semplice funzione biologica per molte persone è stata compromessa.

Tuttavia alcuni esperti sostengono che reimparare a respirare può proteggere dalle malattie: questa respirazione controllata ha a che fare con la semplice fisiologia del naso e il composto chimico ossido nitrico (NO).

Oltre a filtrare, riscaldare e umidificare l’aria che respiriamo, infatti, il naso è la  prima linea di difesa contro allergeni e agenti patogeni.

Il muco e le ciglia all’interno delle narici sono progettati per bloccare questi invasori esterni e impedire loro di penetrare nell’organismo e farlo ammalare: e l’ossido nitrico che viene rilasciato dai seni nasali quando si respira attraverso il naso, è un vasodilatatore, cioè rilassa i vasi sanguigni e abbassa la pressione.
In questo periodo esistono ben 11 studi clinici negli Stati Uniti e in Canada che testano se la somministrazione di ossido nitrico potrebbe migliorare i tempi di recupero delle persone con Covid-19, aumentando i livelli di ossigeno. Il gas sembrerebbe utile anche a combattere le infezioni del tratto respiratorio, inattivando i virus e inibendone la replicazione.

Già ai tempi della Sars si erano studiati gli effetti antivirali dell’inalazione di ossido nitrico e alcuni recenti studi hanno rivelato che chi respira più ossido nitrico prende più raramente il raffreddore

Ma come respirare più ossido nitrico? Semplicemente imparando a respirare solo dal naso.

Respirare dalla bocca: un’abitudine dannosa e sottovalutata

Al contrario, la respirazione abituale della bocca può effettivamente aumentare la suscettibilità ai virus e, in generale, tende a peggiorare i sintomi di altre malattie respiratorie come il raffreddore e l’influenza.

Le persone tendono a respirare di più attraverso la bocca quando sono stressate o durante gli sforzi fisici, e questo perché hanno l’impressione di assumere più aria. Tuttavia, secondo Zara Patel, medico rinologo e otorinolaringoiatra presso la Stanford Medicine, i polmoni non possono utilizzare quest’aria in modo efficace, perché non è riscaldata o umidificata come quando si respira attraverso il naso.

Respirare con il naso: un filtro naturale contro l’aggressione da virus

Naturalmente, la respirazione dalla bocca è quasi indispensabile quando si hanno disturbi come
l’ostruzione cronica la congestione cronica dei seni nasali: secondo il dottor Patel, l’abitudine a respirare dalla bocca può causare effetti collaterali da sgradevoli a dannosi.

I sintomi più leggeri sono la difficoltà ad addormentarsi e rimanere addormentati, la secchezza delle fauci e gola, le malattie gengivali, l’alitosi e il russamento. I potenziali effetti a lungo termine sono cambiamenti nella forma e nella posizione della mascella e problemi respiratori cronici come l’apnea notturna, che possono portare a complicazioni polmonari e cardiovascolari.

Uno studio sugli effetti della respirazione dalla bocca è stato condotto da Jayakar Nayak, otorinolaringoiatra presso il Sinus Center, presso la Stanford University, che gestisce anche un laboratorio di ricerca sui seni nasali: lo studio consisteva nel costringere un volontario (un noto giornalista) a respirare unicamente con la bocca per lunghi periodi, bloccandogli il naso con delle clip. L’esperimento doveva durare un mese ma il volontario è riuscito a resistere solo dieci giorni.

La ginnastica per il naso

Gli esseri umani, infatti, sono stati progettati per respirare attraverso il naso e la respirazione nasale è migliore della respirazione orale grazie al suo sistema di filtrazione e alla risposta immunitaria forniti dalle “apparecchiature” presenti nel naso.

Sul volontario sono stati rilevati aumento della pressione sanguigna, aumento del russamento (da pochi minuti a ore) e persino un’infezione nasale. Sintomi spariti completamente quando il volontario ha ripreso a respirare dal naso.

Si tratta, quindi, di diventare maggiormente consapevoli del proprio respiro: respirare deve diventare uno sforzo consapevole, un esercizio di benessere. Esistono molti esercizi yoga che insegnano a diventare consapevoli del proprio respiro come, per esempio, quello di provare a respirare alternativamente dalle due narici. Semplici gesti, e pochi minuti al giorno, nessun medicinale per ottenere grandi vantaggi per la salute e il benessere.



Booking online by Hotel.BB